Social Media

Probabilmente è superfluo spiegare l’importanza dei social media nel mondo attuale, ma per rendere un’idea della grandezza di questo fenomeno possiamo citare due statistiche davvero impressionanti:

già nel 2015 oltre 2 miliardi di persone usavano abitualmente i social media nella loro vita quotidiana;
il settore dei social media nel suo complesso ha avuto un’ascesa più rapida della crescita stessa di internet. Ciò è davvero incredibile se pensiamo all’onda d’urto devastante che ha caratterizzato la diffusione della rete nell’ultimo ventennio.

Alla luce di queste informazioni sembra davvero impossibile rinunciare ad un’opportunità tanto ghiotta per mettersi in contatto con altre persone e sfruttare i social come strumento di promozione del proprio business.

Per questo motivo il social media marketing (SMM) è entrato di diritto, e in pianta stabile, a far parte delle attività di marketing di ogni azienda che abbia un minimo di visione prospettica e desiderio di crescita.

Cos’è e cosa non è il social media marketing
Partiamo da tutto quello che il social media marketing NON è!

Non è di certo un’attività banale, uno scherzo, un simpatico passatempo a cui dedicare i momenti morti sperando che succeda qualcosa. Molto spesso si crede di poter gestire una pagina Facebook aziendale, ma anche un profilo Twitter o Instagram, come si fa con quelli personali.

L’errore più grande è quello di considerare il social media marketing come un’attività semplice, magari a costo zero, da delegare al cugino o all’amico “che ne sa di computer”.

Viceversa creare una strategia di social media marketing, perché di vera e propria strategia si tratta, richiede competenze, dedizione, tempo e abilità che è difficile da improvvisare.

A questo punto possiamo dire che il social media media marketing è l’insieme delle attività, organizzate in maniera strategica, utili a creare contenuti personalizzati per il contesto di ogni singola piattaforma di social media, al fine di stimolare l'engagement e la condivisione degli utenti.

I principali social media su cui possiamo operare sono:

Facebook
Twitter
Instagram
Youtube
Pinterest
Snapchat
Linkedin

Come fare social media marketing
Abbiamo spiegato l’importanza di dedicarsi al social media marketing in maniera seria affinché il tempo e le risorse investite generino un ritorno concreto, ma in cosa consiste questo ritorno? La risposta che tutti si aspettano è: aumento dei profitti! Eppure il maggior guadagno non è che una conseguenza, lo step finale. In realtà una campagna ben gestita può portare:

Aumento del traffico sul sito web
Aumento dei lead
Aumento delle conversioni
Aumento della brand awareness
Creazione di una forte identità di marca e associazione di marca positiva
Maggior interazione con il proprio pubblico di riferimento

La cosa più interessante è che l’organizzazione strategica ed il relativo successo non dipendono necessariamente dal budget investito. Non bisogna infatti commettere l’errore di ritenere il social media marketing come una strada percorribile solo dai grandi competitor. Anche una PMI può ottenere buoni risultati a costi relativamente ridotti, a patto che la gestione sia affidata a professionisti e portata avanti con cognizione di causa.

Alcuni consigli utili per iniziare
Vediamo ora quali sono le più importanti domande da porsi prima di cominciare a fare pubblicità sui social network.

Innanzitutto è necessario comprendere quali sono i social che fanno al caso nostro. Non tutti, infatti, sono sempre adatti a raggiungere il proprio scopo.

Questa domanda è strettamente correlata alla definizione di quelli che sono gli obiettivi da conseguire e il pubblico di riferimento con cui interagire.

Cosa vogliamo comunicare al nostro pubblico? In che modo? Ecco che la scelta ricade sul tone of voice più adatto, preferibilmente univoco e stabile nel tempo.

Solo a questo punto si può passare alle fasi operative, ovvero quelle in cui decidiamo: il budget da investire, la suddivisione delle risorse interne all’azienda e i rispettivi ruoli, i prodotti o i servizi da promuovere.

Infine c’è la fase di analisi e monitoraggio, probabilmente tra le più importanti ma spesso trascurata. Esistono strumenti di analisi sia interni che esterni alle piattaforme utilizzate che, grazie ad una serie di dati da interpretare, ci descrivono nel dettaglio l’andamento delle nostre attività e implicitamente ci permettono di capire quali sono gli eventuali correttivi da apportare per migliorare le performace.

Facebook
Google+
https://www.boongaweb.it/social-media
Twitter
LinkedIn

Vuoi promuovere la tua azienda OnLine?

Esserci non basta, bisogna farsi conoscere e riconoscere

© Copyrights 2018 | BoongaWeb - Web Solution. All rights reserved. P.Iva 01168630570