Aumentano le ricerche vocali, come e perché deve cambiare la tua strategia SEO

Aumentano le ricerche vocali, come e perché deve cambiare la tua strategia SEO

Aumentano le ricerche vocali, come e perché deve cambiare la tua strategia SEO

23
Ott

Da quando Google e Amazon hanno prodotto i loro smart speaker (rispettivamente Google Home e Amazon Echo), le tipologie di ricerche hanno decisamente effettuato una virata sostanziale, andando sempre più nella direzione del vocale. Un primo passo avanti era stato fatto con l’avvento di Siri, Cortana e gli altri assistenti vocali ma solo negli ultimi anni si sta delineando in maniera così netta questo nuovo scenario di ricerca online. 

Non è neanche troppo difficile riuscire a capire come mai abbiano avuto una tale influenza sul mercato. D’altronde stiamo parlando del motore di ricerca di gran lunga più diffuso e del più grande e-commerce al mondo. Se poi consideriamo anche la comodità, la rapidità e l’efficienza di questi sistemi, ecco che otteniamo il mix perfetto per un cambiamento radicale nel nostro stile di vita. 

Ad oggi quasi la metà dei risultati prodotti da Google derivano da ricerche vocali.

Perciò ricerca vocale e SEO sono due argomenti strettamente correlati.

Questo cosa comporta dal punto di vista della strategia da adottare?

Sono necessari dei cambiamenti? La risposta è SI.

Scopriamo perché e come effettuarli. 

Come funzionano le ricerche vocali

Dato che Google cerca di interpretare al meglio le nostre intenzioni, abbiamo bisogno di renderci conto di ciò che diciamo ad un assistente vocale.

I principali aspetti che variano sono:

  • La lunghezza della ricerca;
  • Lo stile in cui viene effettuata;
  • Il risultato che si ottiene.


Ormai quasi tutti hanno compreso che su Google non è indispensabile scrivere una frase completa e sensata per ottenere un risultato soddisfacente, poiché l’
intelligenza artificiale sviluppata dal motore di ricerca nel corse degli anni è davvero stupefacente. Anche se il concetto di keyword è sconosciuto per la maggior parte delle persone, digitare frasi del tipo: “Indirizzo Olimpico Roma” è diventata ormai una caratteristica comune; si tende quindi ad omettere le cosiddette stop words o le parole inutili che non alterano il senso della frase.

Tuttavia quando parliamo con una persona, e di conseguenza anche con un’assistente vocale, ci esprimiamo diversamente rispetto a quando digitiamo. Solitamente chiederemmo: “Dove si trova lo stadio olimpico?” Questo semplice esempio ci fa capire che, con la nostra voce, trasformiamo ogni molte necessità in domande

Come risponde Google? Quando usiamo un’assistente vocale stiamo intraprendendo una conversazione. Perciò i famosi risultati 0 (i link messi in evidenza da Google), vengono letti direttamente dal nostro assistente senza che apriamo il browser per navigare. 

Dove effettuiamo le ricerche vocali

Anche se in Italia tendiamo ancora ad effettuare molte ricerche dal PC, le statistiche globali effettuate sono inequivocabili e dimostrano che più della metà delle ricerche online avvengono direttamente da mobile. 

Probabilmente la ricerca su desktop non diverrà mai obsoleta ma, con un incremento delle ricerche vocali così notevole, questo dato non può che aumentare. 

Sei giusto in tempo per effettuare i dovuti accorgimenti. I cambiamenti in questo settore sono rapidi e costanti e, oggi più che mai, è necessario sapere come fare SEO in modo efficace. 

Del resto, come detto, non è solo il mezzo che incide sulla tipologia di ricerca, ma anche il modo in cui quella medesima ricerca viene effettuata in funzione dello strumento utilizzato. Vediamo nel dettaglio perché e come incide questa considerazione sulla SEO.

Cosa cambiare dal punto di vista SEO

Ottimizza la velocità di fruizione dei contenuti

Per quanto alcuni riescano a digitare velocemente, uno dei motivi principali per cui le ricerche vocali stanno gradualmente modificando il mercato digitale è la loro rapidità. Una vita sempre più frenetica ci ha spinti a cambiare la nostra concezione temporale. Le risposte contenute all’interno di un sito web devono necessariamente essere caricate nel minor tempo possibile.

Usa delle Long Tail Keywords

Una ricerca vocale è di conseguenza più naturale e quindi contempla include più termini rispetto a quando scriviamo. Per questo motivo le cosiddette “parole chiave a coda lunga” stanno diventando imprescindibili. Inoltre utilizzandole raggiungi un altro obiettivo molto importante: ti focalizzi su un tipo di pubblico più specifico acquisendo una posizione migliore nella SERP (pagina dei risultati di ricerca).

Sfrutta il design Responsive

Davanti ad un PC digitiamo; con uno smartphone preferiamo parlare. Questo è il motivo per cui dobbiamo obbligatoriamente sottolineare l’importanza di creare un sito web responsive, in grado di garantire una comoda navigazione su ogni device. Le ricerche vocali non fanno altro che comprovare ciò che ormai è divenuto uno tra i punti salienti della SEO.

Crea una FAQ

Per riuscire a rispondere alle domande che gli utenti formulano nei confronti degli assistenti vocali, creare una pagina FAQ si rivelerà un’idea saggia. Inoltre permette ai clienti di accedere più facilmente ai contenuti che vorrebbero, migliorando la qualità di navigazione e, di conseguenza, il valore dal punto di vista SEO del tuo sito web.

Sfrutta il potere delle ricerche vocali soprattutto se lavori in ambito Local

Il nostro dispositivo mobile lo utilizziamo prevalentemente quando non siamo a casa e spesso ci serve per ottenere informazioni utili per i nostri spostamenti. Difatti sempre più ricerche contengono la dicitura “vicino a me”. Sfruttare al meglio le ricerche vocali è assolutamente indispensabile, dunque, per tutti coloro che vogliono, o devono, lavorare in ambito Local.

 


Vuoi maggiori dettagli e/o informazioni?
Scrivici, ti rispoderemo nel minor tempo possibile!

*Acconsento al Trattamento Dati



Vuoi promuovere la tua azienda OnLine?

Esserci non basta, bisogna farsi conoscere e riconoscere

© Copyrights 2017 - 2020 | BoongaWeb - Web Solution. All rights reserved. P.Iva 01168630570 - Policy Privacy